Ricerca       Note Legali       Privacy

 

 
Marchi
 trattati:
 
 
 
 
 
    Roberto D'Ambrosio  

Biografia

|

Mostre personali

|

Galleria 1

|

Galleria 2

 
 


Golfo di Trieste. Mareggiata dopo il temporale. La foto sul giornale in prima pagina ritrae le onde che battono rabbiose contro il Molo Audace proprio dove un uomo si è avventurato sfidando gli spruzzi d`acqua e i refoli di Bora. Sfogliando il giornale Roberto D`Ambrosio si riconosce con sorpresa: era uscito presto di casa con l' inseparabile taccuino per cogliere le sensazioni, i colori e gli odori di quel mare arrabbiato, come spesso gli accade quando i repentini mutamenti metereologici oppure un tramonto particolarmente intenso stimolano la sua sensibilità di artista.


Nato in provincia di Salerno nel 1947 e trasferitosi giovanissimo con la famiglia a Trieste Roberto D'Ambrosio ha studiato dapprima all'Istituto Statale d'Arte di Trieste e ha poi affinato la sua tecnica nella bottega di Riccardo Tosti (Trieste 1910-1986), già allievo di Carlo Wostry (Trieste 1865-1943) oscillante tra verismo e impressionismo. Scegliendo con coraggio la pittura tradizionale en plein air negli anni della contestazione più accesa, Roberto D'Ambrosio non si è mai curato di essere "fuori moda". I suoi favoriti alla Francesco Giuseppe sembrano confermare bonariamente le sue attività con un mondo antico che a Trieste, in particolare, non sembra essere definitivamente passato. I temi iconografici prediletti sono quelli cari alla tradizione triestina tra Ottocento e Novecento e risultano interessanti i confronti con Giuseppe Barison, Ugo Flumiani, Pietro Fragiacomo, Guido Grimani, Giuseppe Pecenco e Giovanni Zangrando. Al mare è ora rivolto il suo sguardo. E non sono più soltanto i vecchi bragozzi, i trabiccoli e le battane con il loro inconfondibile sapore d'antan, ma più modernamente anche le barche a vela che escono in una calda giornata estiva o che regattano nella Coppa d'Autunno detta Barcolana. Addirittura sono anche le navi mercantili, come in occasione di una recente richiesta da parte di un armatore triestino, senza paura di sapere cercare anche nel paesaggio contemporaneo spunti di bellezza e di intensa suggestione. Soprattutto sono di nuovo stimolo al soggetto delle marine le recenti innovazioni tecniche: l'uso di una punta meccanica di cui gelosamente d'Ambrosio poco vuole rivelare e più in generale il lavoro di abrasioni, graffiti e riporti, quasi a volere recuperare per sottrazione, sulla tela, la materia del mare, del cielo e delle barche. Una più marcata accentuazione dei colpi di colore, tratti filanti e "gomitoli" di colore attorcigliati e poi stesi, e l'uso della vernice finale per ritrovare l'originale forza della luce.          

Elena Dragan

 
 
 

Richieste d'acquisto


Come ordinare
 

Condizioni di vendita
 

Spedizioni
 
 
 

Sito web:
www.crespi-brera.com

E-mail:
info@crespi-brera.com

Partita IVA:
10816290158

  Ditta Cesare Crespi di Cesare Morlacchi
Articoli per disegno e pittura - Arte e hobby

Negozi:
 
Via Brera, 28-A
Tel./Fax 02 862893
20121 Milano

 
 
Via Fiori Oscuri, 3
Tel. 02 86462147
20121 Milano

 
     
 
 
     
  Mený:

Home | Prodotti | Promozioni | Eventi d'arte | News | Contatti | Idee regalo
Informazioni:

Come ordinare | Condizioni di vendita | Spedizioni | Ricerca | Note legali | Privacy
   

© 2010 Tutti i diritti riservati. Ditta Cesare Crespi di Cesare Morlacchi - www.crespi-brera.com